Come E Determinato Il Prezzo Di Ipo

Come e determinato il prezzo di ipo

Come e determinato il prezzo di ipo

Eccoci alla terza puntata per quanto riguarda uno dei Prodotti da noi consigliati per preparare i portafogli : gli ETF

Riportiamo l’articolo del sito “Finanzaonline.com” che ringraziamoe ne consigliamo la lettura completa sul loro sito

Come viene determinato il prezzo di un Etf?

Un Etf rappresenta un insieme di titoli finanziari (azioni/obbligazioni) e il suo valore riflette esattamente quello del paniere sottostante.

Es: un ETF sull’indice delle Borse Europee ( Eurostoxx 50) seguirà pari pari l’andamento di tale indice.

Ogni giorno è disponibile:

  • il NAV (Net Asset Value), rappresenta il valore dell’Etf, riportato dalla Borsa su cui lo strumento è trattato all’inizio o alla chiusura della seduta.

    Il NAV comprende anche i dividendi accumulati ed i costi di gestione, che vengono sottratti direttamente dal valore dell’Etf con il passare del tempo.

    Come e determinato il prezzo di ipo

    E’ possibile trovare i NAV degli Etf sui principali quotidiani finanziari, sul sito internet della Borsa Italiana e sui siti web degli emittenti.

  • la composizione dell’Etf(creation basket)
  • la composizione dell’indice benchmark di riferimento

In tempo reale è inoltre disponibile:

  • iNAV”(Indicative Net Asset Value), cioè il valore dell’Etf durante ogni momento della giornata cioè negli orari di Borsa aperta.

Il prezzo dell’Etf corrisponde generalmente a una frazione dell’indice sottostante (es.

Quale è il prezzo GIUSTO di un'azione? Ce lo dice il rapporto P/E

1/10 opp. 1/100) per cui è sempre possibile una valutazione puramente indicativa del suo corretto valore.

Forex card exchange rate

Il NAV sarà diverso dal prezzo dell’Etf in borsa, il quale varia continuamente in base alla variazione dell’indice e all’andamento della domanda/offerta. Possono inoltre intervenire delle limitazioni alla diffusione della composizione dell’Etf e dell’indice benchmark a seconda degli accordi intervenuti in tal senso tra emittente e index provider.

Come viene determinato il prezzo di un Etc?

Il prezzo degli Etc è legato all’andamento del sottostante: similmente agli Etf, questi strumenti finanziari replicano passivamente la performance della materia prima o degli indici di materie prime a cui fanno riferimento rientrando a pieno merito nella famiglia dei “cloni finanziari”.

Esistono due macrocategorie di ETC :

– ETC che hanno un sottostante fisico
– ETC che investono in future su materie prime

Questa distinzione appare piuttosto importante perché da origine ad una differente metodologia per il calcolo del prezzo dello strumento stesso.

a) ETC che hanno un sottostante fisico
In questo caso siamo di fronte a strumenti finanziari emessi da società veicolo garantiti da un bene fisico (tipicamente oro o altro metallo prezioso) stoccato in un apposito deposito (spesso presso un caveau di un istituto finanziario).

L’acquisto di questi titoli dà di fatto diritto al bene fisico reale (ad esempio 1/10 di oncia d’oro) ed è soggetto a commissioni di gestione proporzionalmente addebitate per il periodo di detenzione dello strumento finanziario stesso.

Come e determinato il prezzo di ipo

Le commissioni vengono incorporate giorno per giorno nel valore in Borsa dell’Etc e vengono addebitate diminuendo la percentuale di bene fisico a cui si ha diritto (Entitlement).

Il prezzo in Euro dell’Etc è quindi calcolabile attraverso una semplice formula:

Prezzo Etc = Prezzo bene fisico x 1/tasso di cambio x Entitlement

E’ bene ricordare come tutte le materie prime siano contrattate in dollari statunitensi: per questo il prezzo dell’Etc in Borsa Italiana sarà influenzato dalla dinamica del cambio euro dollaro.

b) ETC che investono in future su materie prime
Per questa categoria di strumenti finanziari il prezzo dell’Etc, oltre alla dinamica della materia prima sottostante, incorpora anche i costi necessari per la sostituzione del contratto del future in scadenza con quello successivo (rolling).
Oltre al rendimento spot, ovvero quello legato all’oscillazione del prezzo del future della materia prima sottostante, si deve calcolare anche il rendimento legato al rolling che può essere positivo (deporto o backwardation) o negativo (riporto o contango) .
A questi fattori si deve inoltre aggiungere anche il rendimento del collaterale, ovvero l’interesse che si ottiene dall’investimento in future che, come noto, non richiede alcun investimento se non il mantenimento di un margine anch’esso remunerato.
Anche in questo caso il rendimento finale sarà in ogni caso condizionato, positivamente o negativamente, dalla dinamica del tasso di cambio euro dollaro e dalle commissioni di gestione incorporate giornalmente nel prezzo dell’Etc in Borsa.

Tagsborsa valorietfpaniere di riferimentoprezzo etcvalore sottostante